Un anno di epidemia Covid-19

In breve: i dati di un anno di epidemia nel dx Po dx Secchia (MN)

Nell’articolo precedente Covid-19 nel destra Po, destra Secchia si era fatto il punto della situazione epidemica fino al mese di luglio 2020.
I dati dei contagi, che sembravano in miglioramento, sono successivamente aumentati per l’ondata autunnale e quella primaverile.

Il grafico qui sotto mostra come i contagi sono ripresi nelle scorse stagioni, tra lockdown e parziali aperture.
Ultimamente, aprile ’21, sono in frenata, anche per effetto delle vaccinazioni degli anziani con i centri di somministrazione ospedalieri e quelli sparsi sul territorio.

Grafico dell’aumento mensile dei contagi nei nostri 10 Comuni

Come si può notare i 3 mesi che sono stati interessati da un forte aumento dei contagi sono stati: Marzo 2020, Novembre 2020 e Marzo 2021. Ci ricordiamo bene quei periodi caratterizzati da una vera e propria esplosione dei casi.
Ogni Comune è rappresentato da un colore. Passando con il cursore sulle colonne si visualizza lo scarto (aumento) dal mese precedente.
Il dato di Aprile 2021 è parziale, augurando che il trend mantenga la decrescita dei valori attuali.

Percentuale dei contagiati per ogni Comune

% contagi per Comune

La media dei contagi dei 10 comuni è del 6,90 % sul totale della popolazione, leggermente più bassa della provincia e della regione, ma ultimamente in allineamento.
Nel momento in cui scrivo la provincia di Mantova, insieme a quella di Sondrio, è quella che ha i valori dei contagi più elevati in regione, ancora sopra i 200 contagi settimanali ogni 100.000 abitanti.

fonte: Sky TG 24

I decessi nell’anno 2020

Estrapolando i dati ISTAT relativi ai 10 Comuni, la media dei 5 anni, 2015-2019 per tutti i decessi, risulta 472 (dato arrotondato all’unità).
Nel 2020 sono stati, invece, 588, quindi 116 in più, corrispondenti a una percentuale maggiore del 19,7% .
Tutta la provincia di MN ha avuto un incremento del 19,9 %.

I dati riportati sono tutti i decessi (Covid-19 e NON Covid-19) ma, come si può notare, i valori che si scostano maggiormente dalla media degli anni precedenti sono quelli relativi ai Comuni che hanno strutture RSA, dove gli ospiti hanno necessariamente la nuova residenza.